FAQ


Assolutamente no. La tossina botulinica comporta una naturale distensione dei muscoli del terzo superiore del volto, riducendo di conseguenza le rughe già presenti. Il viso migliorerà presentando una fronte senza più rughe evidenti e non vi saranno cambiamenti che rendano il risultato innaturale.

Si. Il modellamento di zone che hanno perso volume con il passare del tempo (guance, zigomi, solchi naso-labiali, rughe particolarmente profonde, ecc.), può essere effettuato con il lipofilling ovvero iniezioni del proprio grasso. Con tale tecnica vengono ricreati i naturali volumi ed eliminati i fastidiosi solchi e rughe in maniera definitiva e con risultati stabili nel tempo. Una percentuale variabile del grasso iniettato può andare incontro a naturale riassorbimento. Per ovviare a tale problematica, solitamente inietto una quantità di grasso maggiore di quella necessaria. I risultati saranno cosi naturali e stabili nel tempo.

L’effetto di distensione della tossina botulinica ha una durata media di 4 mesi. In alcuni pazienti tale efficacia può durare per un tempo maggiore, ma di solito raramente supera i 5 mesi. Il trattamento non potrà essere ripetuto prima di 4 mesi dall’ultima seduta.

Non necessariamente. Questa regola era valida principalmente per le protesi di vecchia generazione dove vi era un’alta probabilità di rottura di esse con fuoriuscita del gel contenuto.

Le protesi di ultima generazione hanno un’alta resistenza e un gel coesivo che in caso di rottura difficilmente diffonde nei tessuti circostanti. In caso di rarissima rottura, solitamente la casa produttrice rilascia una garanzia di 10-15 anni o anche più per sostituzione di esse.

No, durante l’intervento i dotti galattofori e tutto l’apparato necessario all’allattamento non viene danneggiato se non in alcuni casi in maniera minima.
Ciò non comporta alcuna complicanza per quanto riguarda l’allattamento post-chirurgia.